Formazione e alternanza scuola-lavoro per l’occupazione dei giovani

La formazione è sempre nell’occhio del ciclone, in particolare in questo momento di ripresa, in cui viene annunciato un possibile passo indietro sull’alternanza scuola-lavoro. Sappiamo quale sia il bisogno di formazione per avvicinare la scuola e il lavoro. Il rapporto con il mondo produttivo nelle sue specificità territoriali è la matrice sui cui costruire la formazione professionale.

In realtà tutti sembrano d’accordo a parole, ma si contraddicono nei fatti. Eppure il nesso è strettissimo e l’esito di un perfetto binomio porta a un’occupazione giovanile concreta e, in prospettiva, costruisce i futuri standard del welfare italiano. Inoltre i mestieri tradizionali non sono spariti, si sono evoluti ed espansi, generando nuove figure molto ricercate da artigiani, imprese, professionisti e commercianti che, faticando a trovarle, chiedono quindi che vengano formate rapidamente.

Fonte La Stampa, ripubblicazione nel rispetto della Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *